Tutorialdock | Free Web Resources

Microsoft Socl: ricerca, post e privacy

| di:

soclsearch Microsoft Socl: ricerca, post e privacy

Torniamo a parlare di Socl per completare la descrizione di tutte le funzionalità che comprendono la ricerca, la pubblicazione e la gestione della privacy.

Socl, come abbiamo già anticipato, si propone come un motore di ricerca completamente integrato in un social network ecco perchè la barra di ricerca in alto diventa lo strumento essenziale per scoprire e condividere nuove informazioni.

La ricerca

Con un clic è possibile inserire la query di ricerca che verrà elaborata da Bing abbozzando una primitiva “Istant Search”: scelto il risultato migliore ed effettuato l’accesso al sito a cui siamo interessati, Socl inserirà automaticamente la ricerca nel nostro profilo e verrà visualizzata nello stream generale pienamente accessibile a tutti.

soclsearchbar Microsoft Socl: ricerca, post e privacy

Tuttavia, se desideriamo che alcune ricerche rimangano private, si può intervenire sull’iconcina del “mondo”: con un clic infatti si trasformerà in un “lucchetto” che proteggerà da occhi indiscreti le attività svolte.

Il post

E’ possibile anche inserire un contenuto, come messaggio personale, non necessariamente legato ad una ricerca: cliccando sull’icona del “fumetto” sempre nella barra di ricerca e magari aggiungere anche un tag.

soclpost Microsoft Socl: ricerca, post e privacy

Che si tratti di testo o di immagini, il post, una volta pubblicato, come in Google+ può comunque essere modificato o cancellato: inoltre, tra le opzioni, può essere generato un codice per integrare la ricerca oppure un link per condividerla con l’esterno.

Al momento non è possibile l’upload di immagini da pc, video e quant’altro ma è possibile testimoniare il proprio apprezzamento ad un post tramite l’apposita faccina “ :) ” e lasciare un commento.

La privacy

Gestibile dal proprio profilo, anche se ancora privo di strumenti essenziali, è possibile eliminare la cronologia delle ricerche o eliminare definitivamente l’account.

Sempre sulla scia della filosofia di Socl è possibile impostare il sito come Search Provider predefinito così che ogni ricerca, anche quando non si è all’interno delle pagine del progetto, venga registrata nel nostro profilo.

Tags:


Tips: abilitare Airdrop sui mac non supportati ufficialmente