Tutorialdock | Free Web Resources

Google e i ritardi negli aggiornamenti Android di famiglia

| di:

android google updates Google e i ritardi negli aggiornamenti Android di famiglia

Google, finalmente, spiega perchè i suoi quattro “Google experience”, ovvero, il Nexus One, il Nexus S, il Galaxy Nexus e l’unico Tablet Motorola Xoom, a cui dovrebbero essere garantiti aggiornamenti prima di tutti gli altri smartphone, in quanto utilizzano Android “puro” senza alcuna modifica da parte del produttore, hanno una versione del sistema operativo precedente rispetto ad altri device.

Galaxy Nexus per il momento monta la versione 4.0.2 di Android, quando altri tablet e smartphone sul mercato hanno già la versione 4.0.3.

I Galaxy S accusano alcuni problemi con questa versione di Ice Cream Sandwich provocati dall’uscita della minor release 4.0.3, (a dicembre circa), che è stata ritirata, per poi essere sostituita con la versione 4.0.4.

Anche il Motorola Xoom ha avuto dei problemini, in quanto solo la versione Wi-Fi ha ricevuto il tanto atteso Android 4.0.3 Ice Cream Sandwich.

Davanti a questi fatti a rispondere agli utenti è Jean-Baptiste Queru che dichiara:

Quello che subito mi salta in mente è che alcune varianti dei dispositivi Google di punta non hanno ancora ricevuto Ice Cream Sandwich (o sono fermi alle vecchie versioni di Ice Cream Sandwich) a causa dei ritardi introdotti dalle approvazioni degli operatori telefonici.

Sono molto contento che Google sia tornato nel business della vendita di telefoni direttamente senza intermediari, e sarò ancora più contento quando vedrò che il programma sarà esteso anche ad altri paesi.

La compilazione di un nuovo software non implica che Google può implementarlo immediatamente, ci sono le approvazioni degli operatori per i dispositivi che vengono venduti e/o sostenuti da essi.

Google insomma, da tutta la colpa dei ritardi agli operatori senza escluderne nessuno.

Anche se ci sembra strano che Google sia totalmente innocente, in quanto potrebbe prendersi la briga di fornire almeno gli aggiornamenti per i device no brand, speriamo che, per gli aggiornamenti software destinati ai device Nexus, si sia mosso qualcosa dopo questa dichiarazione.

Tags:


Tips: abilitare Airdrop sui mac non supportati ufficialmente