Tutorialdock | Free Web Resources

Scegliere la piattaforma di hosting corretta

| di:

hosting solutions Scegliere la piattaforma di hosting corretta

Attualmente le soluzioni di hosting sono variegate e per tutte le tasche: c’è chi cerca dello spazio per il proprio blog personale, chi per l’attività di ecommerce, chi per un servizio.

L’offerta e il livello di personalizzazione è veramente ampia ma non sempre si fa la scelta giusta rischiando di sottostimare la “potenza” necessaria oppure di sovradimensionare lo spazio web acquistato, inutilmente.

Le ripercussioni non si misurano soltanto a livello di costo sostenuto ma, soprattutto, di instabilità del sito e scarsa assistenza tecnica da parte del provider qualora scegliessimo di installare meno potenza di quanto in realtà sia necessaria.

Si rivela quindi fondamentale valutare in modo adeguato ciò di cui realmente abbiamo bisogno considerando prezzo, affidabilità e reale necessità.

Hosting Gratuito

E’ la soluzione più usata per chi entra nel “mondo” del web per la prima volta e ancora non intende fare molti investimenti per il proprio blog o piattaforma online.

Servizi simili sono offerti da Altervista, WordPress.org, Blogger.com e molti altri: uno dei tanti problemi dello spazio offerto gratuitamente è l’ ovvia limitazione e l’effetto negativo di scarsa serietà che il sottodominio dà sui potenziali visitatori.

Hosting Condiviso

Scegliendo questo piano hosting, il nostro spazio web è inserito in un server web che gestisce altri migliaia di siti con risorse simili.

Il vantaggio immediato è il basso prezzo iniziale ma è una soluzione valida soltanto per nuovi siti internet che richiedono meno risorse e hanno un carico di traffico basso.

Se con il procedere del tempo il nostro portale dovesse aumentare il numero di visitatori e quindi inizi a richiedere maggiori risorse è meglio passare ad un livello superiore, così che la stabilità non ne risenta e non vi siano momenti di down per il sito.

Server Virtuale Privato (VPS)

E’ a tutti gli effetti un server su un server: ciò è possibile grazie alla virtualizzazione, tramite macchina virtuale, di tutte le caratteristiche di un server fisico.

Con un VPS si avrà pieno controllo della propria macchina, un livello personalizzato di privacy e potrà essere configurato come un server fisico.

Il vantaggio sta nella stabilità, il costo ridotto rispetto ad un server dedicato ma con le medesime caratteristiche e più sicurezza nel caso in cui il server fisico in cui risiede il nostro VPS dovesse non funzionare correttamente, permettendo di migrare in minor tempo verso altri spazi virtuali di recovery.

Server Dedicato

L’hosting in questione garantisce il pieno controllo fisico della macchina che non è condivisa con nessun altro.

Il controllo si estende a livello hardware e prevede una gestione di tutti gli aspetti della macchina come avviene con il proprio pc domestico.

Il costo è più levato ma le personalizzazioni dello spazio disponibile, della potenza di calcolo e del taglio della banda sono su misura ed indicate a società che offrono servizi sul web.

Tags:


Tips: abilitare Airdrop sui mac non supportati ufficialmente